• Cos’è l’RC-Drift

    RC DriftIl drifting è una tecnica di guida che consiste nel percorrere le curve facendo
    assumere agli pneumatici posteriori un angolo di deriva differente a quelli anteriori.
    Non si propone di essere uno stile di guida in senso classico, in quanto non è efficace per quanto riguarda i tempi sul giro: nel drifting si fa scivolare il retrotreno in modo molto accentuato.
    Il drifting mira solo alla spettacolarità e all’esibizione della tecnica necessaria per
    realizzare questo difficile stile di guida; ne è prova il fatto che la vittoria non venga
    determinata dal giro più veloce, ma dai voti espressi da giudici.
    Da qualche anno gli appassionati di modellismo (e non) hanno iniziato a imitare i
    migliori piloti dei campionati di drift di tutto il mondo, riproducendo in scala le manovre e le tecniche di guida proprie di questa disciplina.
    L’RC-Drift è una nuova branca del modellismo dinamico che si stacca da tutte quelle “classiche” in quanto per divertirsi non sono necessarie vere e proprie gare (comunque esistenti); affinare la proprie tecnica di guida e seguire traiettorie sempre migliori e con angoli di derapata sempre più ampi, regala soddisfazioni anche se tutte le azioni avvengono a velocità ridotte rispetto alle classiche gare di velocità.
    Gli automodelli utilizzati sono esclusivamente elettrici (è possibile fare drift anche con quelli a scoppio, ma con difficoltà e costi decisamente maggiori) e a trazione
    integrale, in quanto dati il peso e le dimensioni ridotte la sola trazione posteriore non permetterebbe un controllo efficace della sbandata.
    Oltre alla spettacolarità delle manovre, l’RC-Drift punta molto anche all’estetica dei modelli utilizzati, che spesso sono curati fin nei minimi particolari, con verniciature
    speciali, cerchi di diversi disegni e impianti di illuminazione degni delle auto reali più preparate e personalizzate!
    RC Drift
    Il drifting è una tecnica di guida che consiste nel percorrere le curve facendo assumere agli pneumatici posteriori un angolo di deriva differente a quelli anteriori.
    Non si propone di essere uno stile di guida in senso classico, in quanto non è efficace per quanto riguarda i tempi sul giro: nel drifting si fa scivolare il retrotreno in modo molto accentuato.
    Il drifting mira solo alla spettacolarità e all’esibizione della tecnica necessaria per realizzare questo difficile stile di guida; ne è prova il fatto che la vittoria non venga determinata dal giro più veloce, ma dai voti espressi da giudici.
    Da qualche anno gli appassionati di modellismo (e non) hanno iniziato a imitare i migliori piloti dei campionati di drift di tutto il mondo, riproducendo in scala le manovre e le tecniche di guida proprie di questa disciplina.
    L’RC-Drift è una nuova branca del modellismo dinamico che si stacca da tutte quelle “classiche” in quanto per divertirsi non sono necessarie vere e proprie gare (comunque esistenti); affinare la proprie tecnica di guida e seguire traiettorie sempre migliori e con angoli di derapata sempre più ampi, regala soddisfazioni anche se tutte le azioni avvengono a velocità ridotte rispetto alle classiche gare di velocità.
    Estetica
    Gli automodelli utilizzati sono esclusivamente elettrici (è possibile fare drift anche con quelli a scoppio, ma con difficoltà e costi decisamente maggiori) e a trazione integrale, in quanto dati il peso e le dimensioni ridotte la sola trazione posteriore non permetterebbe un controllo efficace della sbandata.
    Oltre alla spettacolarità delle manovre, l’RC-Drift punta molto anche all’estetica dei modelli utilizzati, che spesso sono curati fin nei minimi particolari, con verniciature speciali, cerchi di diversi disegni e impianti di illuminazione degni delle auto reali più preparate e personalizzate!